AvvocataToday

Omicidio in via Duomo, le ipotesi degli inquirenti

Le piste sull'agguato che ha portato alla morte del 21enne Oreste Giuliani sono al momento due: la vendetta per una rapina fatta ai danni “di una persona sbagliata”, e lo scontro tra clan

Potrebbe essere stato ucciso per punizione, per una rapina che “non avrebbe dovuto fare”: è l'ipotesi degli inquirenti sulla morte di Oreste Giuliani, 21 anni, freddato con quattro colpi di pistola la scorsa notte in via Duomo.

Gli investigatori stanno verificando se nei giorni scorsi il 21enne, più volte denunciato per reati contro persona e patrimonio e per violazioni sul porto d'armi, avesse provato qualche “colpo” ai danni di persone implicate in altri crimini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al vaglio degli inquirenti anche un'altra ipotesi: che Giuliani sia rimasto vittima di uno scontro tra organizzazioni camorristiche rivali per il controllo di Forcella. In zona, soltanto lo scorso 26 giugno, erano stati sparati alcuni colpi verso i falchi della polizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento