AvvocataToday

Paranza dei bambini, 10 anni di carcere per Luigi Giuliano jr.

Con il 20enne, che all'epoca del tentato omicidio per il quale è sotto processo aveva 17 anni, condannato in primo grado anche un classe '99

Un omicidio della paranza dei bambini

Tentato omicidio. Questo il capo di imputazione che ad un 20enne ed un 17enne della "paranza dei bambini" è costato la condanna rispettivamente a 10 e 9 anni e otto mesi di carcere. Si tratta di Luigi Giuliano jr., rampollo della famiglia il cui padre e zio guidavano la storica cosca che porta il suo cognome; e Francesco, un classe '99.

La sentenza di primo grado arriva ad un anno esatto dall'arresto dei due aspiranti baby killer del cartello Giuliano-Sibillo-Brunetti. La vicenda che riguarda i due giovanissimi è quella delle azioni armate avvenute tre anni fa a Forcella. Luigi jr. è accusato di una sparatoria avvenuta il 9 maggio 2013 contro gli uomini dei Mazzarella, oltre che di aver esploso colpi di pistola a scopo intimidatorio contro la casa del gestore di una piazza di spaccio, episodio datato 18 giugno 2013.

Francesco, invece, è accusato del tentato omicidio di Salvatore Fontanarosa il 12 febbraio del 2014, agguato che seguiva una lite in cui era stato ferito un giovane del gruppo Brunetti-Giuliano-Amirante-Sibillo.

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • "Si' propeto 'na céuza" vuol dire che...

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Muore Annamaria Sorrentino: era precipitata dal terzo piano mentre era in vacanza in Calabria

  • Temporeggiava sulla soglia del portone: in manette giovane spacciatrice

  • Morto durante il viaggio di nozze, la moglie: "Non inviate più soldi"

  • Dramma in vacanza a Mykonos, muore napoletano di 22 anni

Torna su
NapoliToday è in caricamento