AvvocataToday

Ristorante etnico chiuso in centro: carni putrefatte nella cella frigorifero

Scoperto in una serie di controlli ad opera della polizia municipale in via Mezzocannone, è risultato "mancante in qualsiasi norma di sicurezza"

Immagine d'archivio

In via Mezzocannone, nel centro storico, sono stati denunciati dalla polizia municipale sette commercianti per aver conferito rifiuti senza rispettare le norme della raccolta porta a porta.

I controlli hanno portato anche alla scoperta di un ristorante etnico che, a detta degli agenti della polizia cittadina, "oltre a gestire in maniera irregolare i rifiuti speciali, esercitava l’attività senza nessuna autorizzazione e con la licenza sanitaria scaduta e intestata ad un soggetto diverso dell'attuale gestore attualmente irreperibile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Accertata anche la "mancanza di qualsiasi norma di sicurezza e tenuta degli impianti elettrici, rilevando la presenza di fili scoperti e prese volanti tanto sui piani di lavoro della cucina che nella sala di somministrazione degli alimenti, la cella frigorifero conteneva carni putrefatte".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1103 casi in Campania: l'aggiornamento della Protezione civile

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Schianto su corso Campano, sbalzati dallo scooter: paura per due ragazzi

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

Torna su
NapoliToday è in caricamento