AvvocataToday

Ristorante etnico chiuso in centro: carni putrefatte nella cella frigorifero

Scoperto in una serie di controlli ad opera della polizia municipale in via Mezzocannone, è risultato "mancante in qualsiasi norma di sicurezza"

Immagine d'archivio

In via Mezzocannone, nel centro storico, sono stati denunciati dalla polizia municipale sette commercianti per aver conferito rifiuti senza rispettare le norme della raccolta porta a porta.

I controlli hanno portato anche alla scoperta di un ristorante etnico che, a detta degli agenti della polizia cittadina, "oltre a gestire in maniera irregolare i rifiuti speciali, esercitava l’attività senza nessuna autorizzazione e con la licenza sanitaria scaduta e intestata ad un soggetto diverso dell'attuale gestore attualmente irreperibile".

Accertata anche la "mancanza di qualsiasi norma di sicurezza e tenuta degli impianti elettrici, rilevando la presenza di fili scoperti e prese volanti tanto sui piani di lavoro della cucina che nella sala di somministrazione degli alimenti, la cella frigorifero conteneva carni putrefatte".

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • Fusaro: riapre il frutteto borbonico. Toccherà quindi alla pista ciclabile

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • Boato a Giugliano, esplode una villetta. Il sindaco: "Due feriti gravi"

  • Muore Annamaria Sorrentino: era precipitata dal terzo piano mentre era in vacanza in Calabria

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Temporeggiava sulla soglia del portone: in manette giovane spacciatrice

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Bimba napoletana autistica interrompe il Papa, Francesco: "Dio parla attraverso di lei"

Torna su
NapoliToday è in caricamento