AvvocataToday

Al centro storico si mangia pagando 1 euro al minuto

Il Tandem di via Paladino ha creato una formula particolare per gli avventori del ristorante: serve un unico piatto con un cameriere che aziona un cronometro nel momento in cui si inizia a mangiare...

Ragù al Tandem

Singolare e innovativa iniziativa al Tandem, ristorante aperto da pochi giorni in via Paladino, nei pressi di piazzetta Nilo, dove è possibile mangiare il ragù spendendo 1 euro al minuto.

Sembra inverosimile, ma è proprio così, paghi per il tempo che mangi, con un cameriere-attore, che aziona il cronometro nel momento in cui il piatto arriva in tavola. Ci siamo recati sul posto incuriositi e diffidenti credendo che magari avrebbero maggiorato il prezzo delle bibite, ma nulla di tutto ciò.

Bilancio della serata: porzione di ottimo e abbondante di ragù con gli ziti divorata in 3 minuti, accompagnata da una birra. Costo finale 3 euro per la pasta e 3 per la birra. Nessun trucco.

“L’idea del Tandem è nata a tavola con mia nonna, davanti ad un bel piatto di ragù e ad una bella bottiglia di vino” , ci ha raccontato Manuela Mirabile, giovane attrice e gestrice del locale, che nutre una vera e propria passione per il ragù, nata durante l’infanzia e che l’ha portata a decidere di aprire un ristorante che presenta ai clienti come unica pietanza la prelibata spcialità partenopea.

"Da noi si mangia il ragù, si fa la scarpetta e soprattutto si gioca. Con tutte le trattorie buone e i ristorantini che ci sono a Napoli, ci siamo chieste, ma quanta scarpetta di ragù è possibile mangiare? E così, tra una risata e un'altra, è arrivata la trovata: puoi mangiarne quanta ne vuoi e nel modo che preferisci: con le forchette, con le mani, in un piatto unico messo al centro del tavolo e pagare solo per il tempo in cui mangi. So che si tratta forse di una follia e l’ho capito dalle facce dubbiose di chi lavora da anni nella ristorazione, ma ho deciso comunque di intraprendere questa avventura. Il nome del ristorante Tandem incarna, invece, il simbolo dello stare insieme, per divertirsi, per parlare, per inventare, per giocare, per conoscere nuove persone, per viaggiare insieme verso una meta comune oggi, senza pensare malinconicamente a ieri e senza aspettare il domani. La ristorazione è arte e l’arte non è altro che ristorazione spirituale”.

Ad oggi il menù a disposizione dei clienti prevede il ragù classico da gustare con la pasta o facendo la scarpetta e un ragù vegetariano. Inoltre, per i più raffinati si può bere champagne, mangiare frutta, uova con caviale, bere vodka o cognac con cioccolata oppure provare la fonduta di ragù.

Potrebbe interessarti

  • Tutto quello che ancora non sapete sul bicarbonato di sodio

  • Bolletta dell'elettricità: tutti i trucchi per risparmiare

  • Quanto si deve davvero aspettare per fare il bagno a mare dopo aver mangiato?

  • Ecco perché le zanzare pungono proprio te

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: scatta l'allerta meteo della Protezione Civile

  • Fuorigrotta, tragico incidente stradale: muore una 15enne

  • Furto nel Centro Commerciale, ragazza inseguita e arrestata dai carabinieri

  • Caos in via Rosaroll, aggressione e spari: feriti due poliziotti e un cane

  • Concorsone Regione Campania, pubblicati i primi due bandi

Torna su
NapoliToday è in caricamento