AvvocataToday

Omicidio guardia giurata: è caccia al complice

Gli uomini della Squadra mobile della questura partenopea stanno indagando in tutte le direzioni per assicurare la cattura del complice di Davide Cella, il 28 enne accusato dell'omicidio del vigilante Gaetano Montanino

Gli uomini della Squadra mobile della questura partenopea stanno indagando in tutte le direzioni per assicurare la cattura del complice di Davide Cella, il 28 enne accusato dell'omicidio del vigilante Gaetano Montanino, ucciso nella sparatoria di piazza Mercato.

Le condizioni di Cella, intanto, che è ricoverato nella Terapia Intensiva dell'ospedale Loreto Mare, sono ulteriormente migliorate e, già in giornata, potrebbe lasciare il reparto di Rianimazione.

Il ventottenne, che era rimasto ferito all'addome, infatti, ha superato bene i postumi dell'intervento al quale è stato sottoposto. Il suo trasferimento al reparto di Chirurgia di urgenza, tuttavia, è subordinato a valutazioni di ordine pubblico.

Motivi di opportunità, infatti, sconsigliano una coabitazione con il vigilante ferito, Fabio De Rosa, 25 anni, anche lui ricoverato nello stesso ospedale nel reparto di Chirurgia.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel napoletano la spiaggia del sesso tra scambisti, la denuncia: "Succede di tutto"

  • Ricetta delle graffe napoletane con impasto a base di patate

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • Tragedia in spiaggia: uomo muore dopo un malore improvviso

  • Sirt, la dieta che fa perdere peso e migliora la salute

  • Maresciallo dei carabinieri si suicida in caserma: "Mi scuso con mia moglie e con l'Arma"

Torna su
NapoliToday è in caricamento