AvvocataToday

Via Toscano, polizia aggredita: aveva fermato un sospetto

Notato un uomo durante uno scambio di materiale con un uomo affacciato alla finestra di un appartamento al primo piano. Un gruppo di persone ha cominciato ad inveire contro gli agenti, strattonandoli e colpendoli a calci

È stato arrestato nella serata di ieri un uomo in via Toscano dopo una colluttazione nel corso della quale gli agenti sono stati aggrediti da un gruppo di persone.

G.S., 28 anni e con alcune denunce a carico, era stato notato verso le 20.30 da una pattuglia del commissariato "Vicaria-Mercato" durante uno scambio di materiale con un uomo affacciato alla finestra di un appartamento al primo piano. La presenza degli agenti è stata segnalata dal fischio di una vedetta.

Quando i poliziotti hanno cercato di identificarlo, il 28enne li ha aggrediti verbalmente e poi ha cominciato a gridare per attirare l'attenzione del vicinato. Un gruppo di persone si è raccolto nel giro di pochi minuti ed hanno cominciato ad inveire contro gli agenti, strattonandoli e colpendoli a calci, mentre il giovane cercava di fuggire.

Una pattuglia del commissariato "Dante" è giunta in appoggio dei colleghi ed i poliziotti sono riusciti ad aprirsi un varco ed a caricare su una volante il fermato. Due poliziotti sono rimasti contusi e medicati al "Loreto Mare". La prognosi è di cinque giorni.

Il ragazzo è stato arrestato per resistenza. La polizia, infine, ha perquisito l’appartamento ed identificato i tre occupanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Per i bambini campani picco di influenza: la raccomandazione dei pediatri

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

Torna su
NapoliToday è in caricamento