AvvocataToday

Da 10 anni in un albergo, il proprietario ora minaccia la chiusura: è rivolta

La protesta degli sfollati alloggiati nell'hotel Vergilius. Secondo il proprietario, il Comune di Napoli non paga il fitto dal 2008. Cassonetti dell'immondizia rovesciati in strada, mobili della hall spostati

L'albergo

Momenti di caos ieri sera in zona ferrovia. Alcune decine di sfollati da tempo alloggiati nell'albergo Vergilius hanno infatti cominciato a protestare dopo che il proprietario dell'albergo ha notificato loro di dover chiudere perché, almeno da come sostiene, il Comune di Napoli non paga il fitto dal 2008.

Gli sfollati, un centinaio circa, sono stati colpiti negli anni scorsi da alluvioni (in particolare quella del 2001) e dal crollo di un palazzo in via Carbonara e le cui abitazioni non sono state ancora ristrutturate. La protesta è scattata una volta ricevuta la lettera con cui l'albergatore faceva presente di non poter andare avanti con l'ospitalità.

Alcuni cassonetti dell'immondizia sono stati rovesciati in strada, così come alcuni mobili della hall sono stati spostati. Colto da malore, il proprietario è stato assistito dall'arrivo di un'ambulanza. Sul posto sono accorsi anche polizia e carabinieri.

La situazione si è tranquillizzata solo in tarda serata quando è giunta la promessa di un incontro tra le parti con un rappresentante del Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Per i bambini campani picco di influenza: la raccomandazione dei pediatri

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

Torna su
NapoliToday è in caricamento