AvvocataToday

Porta Capuana, proteste per il mercatino rom: “Devono andarsene”

Un centinaio di residenti ieri è sceso in strada per cacciare gli ambulanti, che ogni domenica recuperano materiale di ogni tipo, soprattutto dai rifiuti, per rivenderlo

via Garibaldi

È tensione, nella zona di Porta Capuana, per il mercatino abusivo che i rom organizzano ogni domenica. Nella mattinata di ieri i residenti si sono mostrati particolarmente insofferenti: non siamo ancora ai livelli della rivolta di Tor Sapienza a Roma, ma è difficile immaginare lo stato attuale delle cose possa protrarsi a lungo.

I nomadi sui marciapiedi di piazza Leone vendono ogni tipo di materiale, dall'elettronica al vestiario, in genere col minimo comune denominatore di essere stato “recuperato” dai cassonetti dell'immondizia.

Ma a non tutte le persone che vivono in zona va bene. Un centinaio di residenti sono scesi ieri in strada per cacciare gli ambulanti. “Non siamo razzisti – raccontano – ma non è giusto vada avanti così. Siamo stufi, i marciapiedi vengono lasciati pieni d’immondizia. Il Comune deve fare qualcosa”. Qualche insulto, voci grosse, ma la protesta non è degenerata. Per ora.

Potrebbe interessarti

  • Dieta: 7 alimenti che credi facciano dimagrire e invece fanno ingrassare

  • Fusaro: riapre il frutteto borbonico. Toccherà quindi alla pista ciclabile

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

I più letti della settimana

  • Boato a Giugliano, esplode una villetta. Il sindaco: "Due feriti gravi"

  • Muore Annamaria Sorrentino: era precipitata dal terzo piano mentre era in vacanza in Calabria

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Ancelotti furioso al Franchi, voci di esonero per Sarri: inizio col botto in Serie A

  • Temporeggiava sulla soglia del portone: in manette giovane spacciatrice

  • Bimba napoletana autistica interrompe il Papa, Francesco: "Dio parla attraverso di lei"

Torna su
NapoliToday è in caricamento