AvvocataToday

Aggredito trans: la denuncia dell'associazione transessuali Napoli

La presidente Loredana Rossi: "Una storia raccapricciante quella di Piazza Garibaldi. Chiediamo al sindaco de Magistris di impegnarsi su questo fronte con corsi di formazione e una serie di politiche sociali"

Picchiata, malmenata e abbandonata. È la storia di una trans che si trovava qualche giorno fa a Piazza Garibaldi. La denuncia parte dall'associazione transessuali Napoli attraverso la sua presidente, Loredana Rossi. Una storia raccapricciante quella che a Piazza Garibaldi è passata sotto l'indifferenza di tante persone.

Erano circa le 4 del mattino, quando L. F., detto “Loredana”, si dirigeva verso il suo motorino per tornare a casa, dopo una serata passata fuori. Proprio mentre stava per andare via gli si avvicinata una macchina, modello Golf nera, con quattro ragazzi a bordo, che hanno iniziato ad insultarla in modo molto volgare. Avvicinandosi l'hanno investita e sono scappati via, lasciando Loredana a terra che, dopo essersi alzata, insanguinata, ha cercato l'aiuto dei passanti, che, con indifferenza continuavano verso la loro strada, senza soccorrerla.

Con un aiuto di un'altra trans che passava di lì, Loredana è stata accompagnata all'ospedale. Trauma cranico e varie escoriazioni, questo dice il referto medico dell'ennesima aggressione omofoba a Napoli.

«Molte trans – afferma il presidente dell'associazione transessuali di Napoli, Loredana Rossi – vengono cacciate di casa ad una tenera età e non hanno la possibilità nemmeno di istruirsi. È per questo – continua Rossi – che ci sono poche denunce, alcune non conoscono nemmeno l'esistenza della denuncia. Chiediamo al sindaco di Napoli, Luigi de Magistris di impegnarsi su questo fronte con corsi di formazione per chi non è istruito e una serie di politiche sociali per il reinserimento al lavoro delle persone transessuali, cosicché anche loro possano avere un lavoro dignitoso, in modo da non vivere più nel terrore quotidiano». L'ennesima aggressione proprio a Piazza Garibaldi, diventata soprattutto nelle ore notturne, un luogo di ritrovo per balordi e malviventi, pronti a gesti di violenza e di bullismo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Per i bambini campani picco di influenza: la raccomandazione dei pediatri

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

Torna su
NapoliToday è in caricamento