AvvocataToday

Bassi a luci rosse, la scoperta lungo corso Umberto e corso Garibaldi

Venivano fittati a nero a prostitute senza permesso di soggiorno per 500 euro la mese. La zona è battuta soprattutto da ragazze orientali

Sembravano quattro comuni bassi, quelli su corso Umberto e corso Garibaldi in cui ieri sono intervenuti gli agenti dell'Unità Operativa Tutela Emergenze Sociali e Minori, ma erano luoghi dati in affitto a nero ad alcune prostitute orientali che li usavano per vivere quanto per consumare con i loro clienti.

I proprietari dei locali, italiani, guadagnavano 500 euro al mese: terranei fatiscenti e corrispondenti a depositi, dei veri e propri tuguri nei quali non avevano scrupoli a far vivere le ragazze clandestine.

Quelle zone sono luoghi particolarmente “funzionali” per adescare clienti: sono state infatti identificate e sottoposte a controllo 27 prostitute di varia etnia, prevalentemente rumene e cinesi.

10 persone sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria per favoreggiamento della prostituzione e dell’immigrazione clandestina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Droga e bombe nascoste nel magazzino: arrestato 26enne napoletano

  • "Non voglio andare al Loreto Mare, portatemi al Cardarelli": paziente prende a testate l'autista del 118

Torna su
NapoliToday è in caricamento