AvvocataToday

Bassi a luci rosse, la scoperta lungo corso Umberto e corso Garibaldi

Venivano fittati a nero a prostitute senza permesso di soggiorno per 500 euro la mese. La zona è battuta soprattutto da ragazze orientali

Sembravano quattro comuni bassi, quelli su corso Umberto e corso Garibaldi in cui ieri sono intervenuti gli agenti dell'Unità Operativa Tutela Emergenze Sociali e Minori, ma erano luoghi dati in affitto a nero ad alcune prostitute orientali che li usavano per vivere quanto per consumare con i loro clienti.

I proprietari dei locali, italiani, guadagnavano 500 euro al mese: terranei fatiscenti e corrispondenti a depositi, dei veri e propri tuguri nei quali non avevano scrupoli a far vivere le ragazze clandestine.

Quelle zone sono luoghi particolarmente “funzionali” per adescare clienti: sono state infatti identificate e sottoposte a controllo 27 prostitute di varia etnia, prevalentemente rumene e cinesi.

10 persone sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria per favoreggiamento della prostituzione e dell’immigrazione clandestina.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco perché il tuo bucato non profuma

  • Tragedia nel centro commerciale, bambino di 5 anni resta mutilato

  • Omicidio Scampia, cadavere trovato nel cofano di un'auto: il nome della vittima

  • Napoletana denunciata a Varese: documenti falsi per un finanziamento

  • Incidente sull'Asse Perimetrale, muore un giovane in scooter

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

Torna su
NapoliToday è in caricamento