AvvocataToday

Via Marina si rifà il look, Calabrese: “Sarà anche per pedoni e ciclisti”

Approvata la delibera di giunta: i lavori inizieranno il prossimo 26 ottobre. L'assessore alla Mobilità: “Confermiamo l'idea di cambiare approccio per gli spazi cittadini”

Un rendering di via Marina

Al via il progetto di riqualificazione di via Marina: la delibera della giunta comunale relativa ai lavori di riqualificazione urbanistico-ambientale dell'importante arteria cittadina è stata approvata nella serata di ieri.

Sarà interessato dai lavori, che partiranno il prossimo 26 ottobre, il tratto compreso fra corso Garibaldi e San Giovanni a Teduccio, della lunghezza di circa 2,7 chilometri. Si tratta dell'ultimo passo di una complessa procedura che aveva visto già effettuati una serie di sopralluoghi nei giorni scorsi.

L'assessore alla Mobilità ed alle Infrastrutture del Comune, Mario Calabrese, ha già convocato tutti i soggetti coinvolti nei lavori domani mercoledì 7 ottobre alle 15. “Con questo intervento, che riguarderà la direttrice costituente la principale porta di accesso alla città per chi arriva dalle autostrade – spiega l'assessore – vogliamo ribadire la scelta dell'amministrazione di cambiare radicalmente l'approccio nella progettazione degli spazi della città. Come già avvenuto per via Verdi, completamente pedonalizzata, e per le parti già concluse di piazza Municipio e di piazza Garibaldi, diventate luoghi urbani di qualità, via Marina sarà trasformata da semplice arteria stradale in uno spazio fruibile dai pedoni e dai ciclisti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

Torna su
NapoliToday è in caricamento