AvvocataToday

Dopo un incidente picchiano e rapinano un'automobilista: arrestati madre e figlio

La violenta rapina si è consumata in via De Pretis. I due sono stati identificati e successivamente messi in manette dalla polizia

Avevano approfittato di un momento di confusione, nato dopo un incidente tra uno scooter ed un'auto, per rapinare l'automobilista di soldi e smartphone. Protagonisti una madre e suo figlio, messi in manette dalla polizia.

L'episodio che ha portato al loro arresto è avvenuto in via De Pretis. La vittima, per liberare la strada, aveva effettuato una retromarcia urtando un’altra auto, quella della coppia.

Il figlio, 26 anni, si è scagliato contro l'automobilista colpendolo più volte al volto tanto da rompergli gli occhiali. La madre intanto si appropriava di portafogli e cellulare.

Dopo la denuncia alla polizia, gli agenti sono riusciti ad identificare i due rapinatori, fino a sorprenderli nella loro abitazione. Inutile il tentativo di fuga di entrambi. Sono ritenuti responsabili, in concorso tra loro, del reato di rapina: sono stati condotti in carcere.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Napoletani scomparsi in Messico: "Sono stati ceduti per 43 euro"

  • Politica

    Un napoletano come ministro dell'ambiente? Per il M5S sarebbe Sergio Costa

  • Meteo

    Arriva Burian, a Napoli potrebbe nevicare già questa notte

  • Politica

    Forza Nuova a Napoli, snobbato il comizio di estrema destra

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni puntate dal 26 febbraio al 2 marzo 2018

  • Trovato morto Daniele Orabona: il suo corpo senza vita al Centro Direzionale

  • Scomparsi a Tecatitlan, giallo sui precedenti di Raffaele Russo: le accuse dal Messico

  • Napoletani scomparsi in Messico: "Sono stati ceduti per 43 euro"

  • Arriva Burian, a Napoli potrebbe nevicare già questa notte

  • Brumotti torna nel rione Traiano: insulti e lancio di oggetti contro l'inviato di Striscia

Torna su
NapoliToday è in caricamento