AvvocataToday

Porto, artificieri fanno brillare otto bombe della Seconda Guerra Mondiale

Gli ordigni sono stati prima trasportati al largo. Durante le operazioni, durate dalle 9.30 alle 12.30, lo specchio d'acqua limitrofo è stato interdetto al passaggio. L'esplosione è stata registrata anche dall'Osservatorio Vesuviano

Bomba

Otto bombe, risalenti alla Seconda Guerra Mondiale, sono state individuate e fatte brillare stamattina nel porto di Napoli. Per tutta la durata delle operazioni, cominciate intorno alle 9.30 e terminate tre ore dopo, sono state interdette entrata e uscita dallo specchio d'acqua.

Ad operare, due unità navali del nucleo subacqueo artificieri della Marina Militare di Taranto e dalla Capitaneria di Porto - Guardia costiera.

Gli ordigni, di fabbricazione Usa, erano di medio e grosso calibro. Sono stati sollevati dal fondale marino e scortati, con un convoglio di sicurezza, in un luogo sicuro al largo del porto di Napoli. Lì poi fatti brillare.

Le operazioni non sono state particolarmente semplici a causa delle non perfette condizioni meteo. L'esplosione, come di consueto accade per operazioni di questo tipo, è stata registrata anche dall'Osservatorio Vesuviano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, grave lutto per Luisa Amatucci: si è spenta la madre

  • Lutto per l'attore Alessandro Preziosi, è morto il padre Massimo

  • Ancelotti, lo splendido post della figlia Katia: "Napoli è una mamma. Vado via piangendo"

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 9 al 13 dicembre

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Ibra e Torreira i principali obiettivi per gennaio?

Torna su
NapoliToday è in caricamento