AvvocataToday

Smog al Porto di Napoli, partono gli esposti all'Asl

Dalle navi in arrivo allo scalo partenopeo proviene il 45,3% dello smog cittadino. Hotel Romeo ed un condominio di via Melisurgo si sono rivolti all'Asl, che ha installato una centralina per controllare

Smog al Porto di Napoli

Sul Porto di Napoli rischia di scatenarsi la bufera: in questi giorni all'Asl sono arrivati due esposti concernenti l'inquinamento determinato dalle navi in arrivo nello scalo. Le denunce provengono dal responsabile per la qualità ambientale e la sicurezza dell’Hotel Romeo, e dall’amministratore dello stabile al civico 15 di via Melisurgo.

LE RAGIONI DELL'INQUINAMENTO - Il problema del Porto napoletano è l'assenza di una banchina elettrificata: le navi, anche quelle più grandi, devono lasciare i motori accesi per alimentare i servizi a bordo. Questo, accompagnato al mancato invito ad attenersi ad alcune norme (filtri ai camini, cambio carburante con combustibili ecologici) – norme comuni nella maggior parte dei porti italiani ed internazionali – peggiora notevolmente l'aria della città: il 45,3 % dello smog cittadino è determinato proprio dai giganti del mare che attraccano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ASL E CONSIGLIO REGIONALE - L’Asl ha deciso di assecondare gli esposti montando una centralina di rilevamento su uno dei balconi del civico 15. In attesa dei risultati, il presidente del gruppo consiliare Campania libera, Psi e Davvero Verdi Francesco Emilio Borrelli ha chiesto al presidente della Commissione sanità del Consiglio comunale di convocare sia il sindaco Luigi de Magistris che Antonio Basile, commissario straordinario all'Autorità portuale. "È fondamentale che il Governo si decida a nominare il nuovo presidente dell’Autorità portuale di Napoli – ha spiegato il consigliere regionale – si sta perdendo troppo tempo. L’unico giorno in cui si può circolare liberamente è il giovedì, ma l’inquinamento rimane a livelli preoccupanti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1103 casi in Campania: l'aggiornamento della Protezione civile

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Schianto su corso Campano, sbalzati dallo scooter: paura per due ragazzi

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

Torna su
NapoliToday è in caricamento