AvvocataToday

Posta Centrale, il ritorno delle scritte spray: era stata pulita solo il mese scorso

Pur di interesse storico, l'edificio non è protetto da videosorveglianza, e quindi abbandonato ai gruppi di ragazzi che sostano in piazza Matteotti. I recenti lavori erano costati 20mila euro

L'edificio di piazza Matteotti

Un mese di lavoro, quasi 20mila euro di spesa: tanto era costato il rifacimento della facciata della Posta Centrale di piazza Matteotti. Un impegno immediatamente vanificato: il marmo bianco è stato nuovamente vandalizzato da teppisti.

L'intervento di pulizia era stato condotto tra agosto ed i primi di settembre. Adesso l'edificio – realizzato in epoca fascista e considerato “di interesse storico” - è nuovamente vittima di un writer.

Già nel 2008 le poste, coperte di scritte e disegni di ogni tipo, erano state ripulite. In quel caso la spesa era stata di 13 mila euro. Anche allora durò molto poco: nell'agosto 2009 un blitz notturno di vandali diede vita ad un'assurda gara di emulazione tra "writers", estremisti politici e tifosi organizzati, col risultato che la facciata dell'edificio ne uscì totalmente deturpata.

Si tratta di una struttura non protetta da videosorveglianza, e quindi abbandonata ai gruppi di ragazzi che sostano nei suoi pressi. A Napoli - secondo una recente indagine - circa il 90% dei monumenti è imbrattato da scritte e disegni tracciati con bombolette spray.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Brusco calo termico anche al Sud, arriva il freddo invernale

  • Controlli alla tiroide, cuore, polmoni, fertilità e ginecologici: dove farli gratis a Napoli

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 2 al 6 dicembre (giorno per giorno)

Torna su
NapoliToday è in caricamento