AvvocataToday

Giallo nel Porto, muore 32enne dopo una lite con un vigilantes

Stefano Federico, trentaduenne caprese, è stato trovato in un'area doganale interdetta al transito dei non addetti ai lavori. Salma trasferita al Policlinico per l'autopsia, la famiglia in Procura

Il mistero avvvolge per ora la morte di Stefano Federico, 32enne caprese deceduto ieri nel porto di Napoli nell'area doganale di Calata di Massa, a poche decine di metri dell'ormeggio dei traghetti Caremar in partenza per Capri.

Stefano lavorava nel settore alberghiero e ha prestato servizio sino alle festività di Natale nel Grand Hotel Vesuvio. Ha interrotto il lavoro per un periodo di ferie, e come tanti giovani di Capri rientrava sull'isola per passare la domenica. Stamattina i familiari hanno cercato di ricostruire la dinamica dei fatti e hanno appreso dalla Polmar che il giovane è stato trovato in un'area doganale interdetta al transito dei non addetti ai lavori e, secondo la ricostruzione fatta dai vigilantes di turno, mentre discuteva con loro si è accasciato esanime al suolo.

Una spiegazione che non ha convinto i familiari tanto che il fratello maggiore, Marco, avvocato penalista, stamane si è recato in Procura per conferire con un magistrato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto la salma è stata trasferita nei laboratori di Medicina Legale del Policlinico per essere sottoposto ad autopsia mentre la Procura della Repubblica di Napoli ha aperto un'inchiesta. I familiari hanno chiesto che vengano visionate le riprese delle telecamere di sorveglianza che sono poste lungo l'area doganale dove il giovane si è accasciato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavatrice: gli errori che non sai di commettere, ma che paghi in bolletta

  • Torna l'ora solare: lancette indietro di un'ora

  • Gianluca Manzieri: "Ho dovuto trovare la forza e il coraggio per affrontare il male e per sconfiggerlo"

  • Giuseppe Vesi: "Non ci sono scuse per quello che ho fatto. Ora non esco di casa perchè ho paura"

  • Improvviso (e imprevisto) temporale su Napoli: tregua dall'afa

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - A centrocampo può restare Palmiero: "Decidono Gattuso e Giuntoli"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento